Seguici su:

Famila Fans Club / Notizie  / Mille volte grazie!

Mille volte grazie!

Millesima partita della nostra fantastica squadra in serie A e quindi 1000 volte grazie a chiunque abbia fin qui contribuito attivamente a questo traguardo.

E tra i mille ringraziamenti aggiungo quelli strameritati dalle attuali giocatrici. La millesima partita è coincisa proprio in casa e soprattutto nel big-match del girone d’andata di questo campionato contro la validissima, ben organizzata e terribile matricola Ragusa. La squadra siciliana si è presentata al Palacampagnola prima in classifica, imbattuta, nonostante avesse disputato tutti gli scontri diretti con le migliori fuori casa. Dopo la partita di stasera possiamo dire che il campionato italiano, perso il Cras  Taranto per i noti motivi, sembra aver trovato la sua degna sostituta.Schio-VS-Ragusa_DSC0360-359x202

La millesima candelina della fantastica torta del basket femminile scledense è stata spenta e festeggiata alla grande, vincendo contro la più forte avversaria fin qui vista in campionato, agganciandola in fatto di punti e scavalcandola grazie proprio allo scontro diretto vinto meritatamente stasera. La nostra squadra per l’occasione così speciale ha anche indossato un abito diverso, molto originale, con la divisa ammodernata del glorioso UFO Schio dai colori blu con bordi bianchi e rossi, senza nomi delle giocatrici stampati sul retro delle canottiere.

La partita è stata molto combattuta, spettacolare, con un punteggio molto alto per una partita così importante e dove gli attacchi hanno avuto il sopravvento sulle difese che comunque cercavano di essere aggressive, anche se il Famila è stato troppo spesso penalizzato da un arbitraggio non certo all’altezza del tipo di partita. Stasera al Palacampagnola c’era ospite anche il coach della nazionale Ricchini che spero faccia un bel rapporto alla federazione arbitri. Assurdo il metro arbitrale adottato dagli arbitri in base a chi difendeva, con le nostre ragazze che sono tornate a casa piene di lividi per le botte ricevute e non ravvisate dagli arbitri. Palesi sono stati alcuni errori su infrazioni di passi non fischiate o sull’antisportivo non fischiato a Walker sull’ennesima palla rubata con contropiede di Elò.

kata-hontiE’ vero che nel basket si vince e si perde tutti insieme, è vero che il Famila gioca quasi sempre “di squadra”, con grinta, cuore, sopperendo ad infortuni ed assenze di mercato, ma questa volta non posso non ricordare la regina indiscussa di stasera: Elò Godin! Standing ovation per la medaglia d’argento delle ultime olimpiadi. La francese è sempre una garanzia, costante, seria professionista tra le migliori straniere degli ultimi anni viste qui a Schio. Stasera ha collezionato un super 43 (!) di valutazione segnando 24 punti, con 13 rimbalzi e ben 7 palle recuperate e soli 2 falli contro: Fantastica! Elò dall’anno scorso incarna le caratteristiche di base di questa squadra: tenacia, classe, cuore, generosità, serietà, educazione e tanto altro che fanno di Elò e di questa squadra una quasi “invincible armada” (un po’ di spagnolo a ricordo del bravo e serio condottiero Miguel Mendez). Ai complimenti di Elò voglio aggiungere un “thank you very much, indeed” a Jolene Anderson che anche stasera ha stretto i denti e pur con l’armatura e la gamba a pezzi che si ritrova ha mostrato un saggio della sua classe, della sua grinta e serietà. Se i rumors di mercato sono corretti, per Jo stasera è stata l’ultima partita di questo campionato nel tempio del basket femminile italiano.

Bene, si ritorna in vetta, posto che ci spetta! (fatta anche la rima). Ragusa e il campionato sono avvisati, il Famila risponde “Presente!”…..e come. Se poi con l’anno nuovo avremo anche una vera play-maker di ruolo straniera di alto livello ed il pivottone (americana?) che tutti stanno ancora aspettando, allora forse ci divertiremo ancora di più. Adesso niente passi falsi nelle prossime tre trasferte consecutive tra fine e nuovo anno, partendo già da domenica prossima ad Orvieto (seguiranno Chieti e Venezia) così terminiamo in vetta al termine del girone d’andata. Il che significherebbe che nella semifinale della Final Four di Coppa Italia incontreremmo Parma o Umbertide che sono sulla carta più abbordabili di Lucca. Termino augurando a tutti Buone Feste e ancora buon divertimento e buon basket per giovedì prossimo in vista dell’ultima partita in casa di questo fantastico 2013 per l’incontro di Eurolega contro Ekaterinburg, campionesse d’Europa in carica, nonché “dream team” anche di questa edizione dell’Eurolega…..finalmente vedremo al Palacampagnola tutte insieme campionesse come Parker, Taurasi, Dominguez, Gruda, Wauters, ecc. contro le nostre valorose beniamine.

Ancora 1000 volte grazie a tutto il popolo attivo del basket femminile scledense.

Forza Famila! You’ll never walk alone!

Nico da Magrè

 La sintesi

 

The following two tabs change content below.

No Comments

Leave a comment

Su questo sito facciamo uso di cookies. Abilitandoli ci aiuterai a offrirti una migliore esperienza di navigazione sul nostro sito! Cookie Policy